Quanto si basava l’antica cucina romana sulla carne? Che tipo di carne era la più comune?

La maggior parte della gente mangiava cereali, verdure, legumi e frutta. Le lenticchie cotte con porri, cipolle e aglio con pane erano un pasto usuale, ad esempio.

Ma mangiavano anche molti formaggi e uova sode ogni giorno, al punto che ab ovo usque ad mala (dall’uovo alle mele) che significa “dall’inizio dell’ultima parte del pasto” è diventato un solito detto in latino .

Per questo motivo, anche quando la carne era solitamente costosa (una libbra di maiale era il salario di un giorno intero e la stessa di 30 libbre di farina), la carne di pollo e di capra era abbastanza disponibile. I legionari ricevevano ogni giorno pancetta secca (5-6 once) così la carne di maiale era anche un alimento base per i romani (e una legione in marcia portava suini e capre). Anche il pesce era solito sulla costa.

Il 10% della popolazione romana che era “più ricca” avrebbe avuto quella carne e anche la caccia selvaggia (i conigli e le lepri erano considerati veramente buoni).

La carne di manzo, d’altra parte, sarebbe molto costosa e solo presa da persone veramente benestanti: i buoi venivano allevati solo per arare i campi. La loro carne è stata probabilmente considerata male perché ci sono poche ricette con carne di manzo. Sarebbe allo stesso livello degli alimenti più esotici come la gru o il fagiano.

Related of "Quanto si basava l’antica cucina romana sulla carne? Che tipo di carne era la più comune?"