Se sei vegetariana per motivi etici, come giustifichi il consumo di latte, formaggio, burro, uova e l’uso di seta e prodotti in pelle?

Perché mangiare un animale provoca direttamente la morte e contribuisce a più morti, mentre le altre cose non lo fanno. Latte, formaggio e burro provengono da una mucca vivente, e quella mucca continua a vivere in seguito. Molti animali sono trattati male, ma molte mucche e polli sono trattati molto bene in cambio del loro latte e uova. Per quanto ne so, non c’è modo di mangiare il seno, le gambe, le cosce e il fegato di un pollo senza che venga ucciso.

Questa domanda sembra simile a “Se sei contrario a mangiare le persone, perché comprate cose fatte in Vietnam?” E la risposta è simile: perché le persone che lavorano in condizioni precarie non vengono mangiate. Essere vegetariani significa che non mangi animali, non significa necessariamente che non puoi gestire gli animali che non vengono trattati perfettamente tutto il tempo.

Related of "Se sei vegetariana per motivi etici, come giustifichi il consumo di latte, formaggio, burro, uova e l’uso di seta e prodotti in pelle?"

Dipende da ciò che spera di ottenere eticamente. Se credono che scegliendo di non mangiare carne direttamente, che stanno riducendo il loro impatto ambientale, allora sì, credo che stiano facendo una buona cosa per il mondo.

Ma se sono solo tristi per gli animali? Quindi no, non si può davvero giustificare la scelta e la scelta delle parti di animali che sono eticamente accettabili da mangiare, proprio come non si può giustificare la scelta e la scelta dei sottoprodotti di origine animale. Certo, ci sono situazioni che possono dimostrarmi sbagliate: ad esempio, tu allevi i tuoi polli veri e liberi (assolutamente senza recinti per tenerli ovunque), alzi le tue mucche da latte, di nuovo, senza recinti, permetti loro accoppiare come desiderano, e solo CONDIVIDERE il latte con il vitello … Ma non succede mai.

Come probabilmente puoi dire, non sono vegetariano. Adoro carne, uova, formaggio, tutto. Credo anche fortemente che gli animali meritano rispetto. Anche gli animali che hai intenzione di mangiare. Non dare per scontato, non acquistare prodotti di massa, carne o sottoprodotti lavorati ai macelli se hai qualche possibilità in merito.

Voglio minimizzare il dolore per gli animali finché posso mangiare. Al momento, non devo uccidere animali per sopravvivere, quindi mangio verdure.

Recentemente mi sono reso conto che non ero fedele alla mia filosofia mangiando latticini (avevo già smesso di usare seta e pelle, e ho criticato l’uso della pelle). Attualmente, i prodotti lattiero-caseari vengono prodotti in condizioni di allevamento che sono abusivi per gli animali. Con questa conoscenza, sapevo che fondamentalmente dovevo diventare un vegano fino a quando non riesco a trovare una fonte di latte che non causa dolore agli animali.

Sono passati 4 mesi da quando ho smesso di bere latte. La prossima tappa è eliminare il formaggio.

Sono vegetariano e anche molto esigente. Adoro il formaggio e il gelato, e non potrei mai rinunciarvi. Se non avessi mangiato latte avrò pochissime opzioni di cibo e non avrò abbastanza proteine. Per quanto riguarda la pelle, è un sottoprodotto dell’industria della carne. Gli animali non vengono uccisi specificamente per la pelle.

Di solito non sono istruiti sull’industria casearia e sono pigri sulle scelte di acquisto. Ecco perché non mangio nessun prodotto animale, il più delle volte. L’industria casearia è l’industria della carne.